Roberto

Con l’inizio di questa nuova stagione 2016 sono tornati tutti in campo: giocatori, coach, staff e anche gli arbitri. Una squadra in tenuta zebrata che come gli altri lavorano e si sacrificano in nome di un’infinita passione per il Football. Uomini e donne che hanno fatto una scelta coraggiosa, ma senza i quali non esisterebbe il nostro sport. Ma chi sono i “Ref”? La risposta a questa domanda nelle parole del nostro Roberto “Poncho” Palladino:

 

Ref Roberto “Poncho” Palladino: Arbitrare è il gesto di amore più grande verso lo sport, e al di là di qualunque compromesso. Specialmente qui da noi, dove la faziosità ed il campanilismo la fanno da padrone, e l’accettazione della sconfitta non è contemplata dal DNA. Fare l’arbitro, con la consapevolezza di essere protagonista, pur non essendo un protagonista, è veramente una scelta da duri.

Ogni settimana il nostro piccolo mondo del football americano si sposta da un campo all’altro, chi gioca, chi espleta il suo ruolo di coach, chi di dirigente, chi di addetto statistiche, chi si accomoderà in tribuna facendo il tifo per la propria squadra… Contemporaneamente, anche gli arbitri, molto spesso da soli, qualche volta in crew viaggiano verso i campi. Debbono arrivare in tempo, perché, conditio sine qua non, senza arbitri non si può giocare.

Chiunque tu sia, e qualunque cosa tu faccia nella vita, una volta indossata la divisa, per tutti e in qualsiasi occasione, sarai solo e sempre il “Ref “. Ma chi è veramente il Ref? O meglio, cosa è una crew? Il concetto di crew si può tradurre con l’integrazione di persone provenienti da luoghi ed esperienze diverse, passando per la valorizzazione delle qualità individuali ed il rispetto del proprio e dell’altrui impegno, dando il massimo ogni momento, con la motivazione a non mollare mai, nemmeno nei momenti più difficili, ed arrivando alla consapevolezza che se la crew riuscirà o fallirà, lo faremo tutti in eguale misura.

Il Ref è colui che di fatto ha a disposizione solo pochi decimi di secondo per valutare, rivedersi mentalmente l’azione, e decidere se quello che ha visto, si è svolto secondo i canoni del regolamento… Regolamento che è scritto nero su bianco, e che definisce cosa è legale e cosa non lo è, quali sono le penalità, e come si applicano in campo, agendo rapidamente, ma non in maniera affrettata, poiché la fretta fa prendere decisioni affrettate.

È per questo che i nostri principi guida consistono nel migliorare la conoscenza e la consapevolezza del gioco, così come la consistenza personale e di crew, con la giusta conoscenza delle regole e di come applicarle nelle situazioni grigie delle partite, oltre che delle posizioni sulle meccaniche. Eliminare gli errori dall’applicazione delle regole, e semplificare le cose, offrendo a tutti soluzioni che possano comprendere, a seconda delle situazioni che saremo chiamati a gestire.

Questi principi li applichiamo studiando duramente durante la settimana, impegnandoci sempre al 101%, prendendo molto seriamente quello che stiamo facendo, ma mai noi stessi.

Se sei un vero duro… Vieni a fare il Ref!